Certificazione Unica e Liquidazione IVA | Disponibile la Sub-Release 6.26

Appena rilasciata nuova release delle soluzioni gestionali con l’AGGIORNAMENTO DELLA CERTIFICAZIONE UNICA per le certificazioni dei compensi e delle ritenute versate nel 2017.
Con l’ aggiornamento è possibile anche inviare la COMUNICAZIONE DELLE LIQUIDAZIONI IVA DEL IV TRIMESTRE 2017 per i trimestrali ai sensi dell’art. 7 del D.P.R. 14.10.1999, n. 542.

Delucidazioni sulla Comunicazione delle liquidazioni periodiche iva.

La Legge 225/16 ha introdotto l’articolo 21-bis del D.L. 78/2010 il quale, a decorrere dal 2017, ha previsto l’obbligo, per i soggetti passivi Iva, di trasmettere una comunicazione contenente i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche Iva (mensili o trimestrali). Sono esonerati da tale comunicazione i soggetti passivi non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale Iva o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche (ad esempio i soggetti che hanno aderito al regime forfetario o i produttori agricoli che applicano il regime speciale di cui all’art.34 co.6 Dpr 633/1972, sempre che, nel corso dell’anno, non vengano meno le predette condizioni di esonero.
Il modello di Comunicazione deve essere presentato, esclusivamente per via telematica (direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati), entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre. L’invio è “trimestrale”, a prescindere dalla periodicità delle liquidazioni periodiche e anche in caso di liquidazione con “eccedenza a credito”.

Contribuenti con liquidazioni trimestrali

I contribuenti che eseguono liquidazioni trimestrali (articolo 7 del D.P.R. 542/1999) devono presentare la comunicazione anche per il quarto trimestre solare, senza tenere conto delle eventuali operazioni di rettifica e di conguaglio da effettuare in sede di dichiarazione annuale (ad esempio calcolo definitivo del “pro-rata”). Tuttavia, il versamento dell’Iva dovuta per tale trimestre va effettuato, comprensivo degli interessi dell’1%, in sede di conguaglio, entro il termine di versamento previsto per la dichiarazione annuale. Tali contribuenti, quindi, nella comunicazione relativa al quarto trimestre, non devono compilare i righi VP11, VP12 e VP14.
I righi VP11 e VP14, invece, devono essere compilati dai “subfornitori” che effettuano liquidazioni trimestrali e che si sono avvalsi delle disposizioni agevolative di cui all’articolo 74, comma 5 D.P.R.633/1972.
In particolare, questi devono indicare nel quadro VP11 i crediti d’imposta utilizzati per ridurre l’importo da versare per le operazioni di subfornitura, nel quadro VP14 l’importo da versare entro il 16 febbraio.
Tenuto conto che i contribuenti trimestrali “speciali” (distributori di carburante, autotrasportatori) sono tenuti a versare l’Iva dovuta per il quarto trimestre entro il termine ordinario (16 febbraio), laddove si effettuino liquidazioni trimestrali sia “ordinarie” (articolo 7 del D.P.R. 542/1999), che “speciali” (articolo 74, comma 4, D.P.R. 633/1972), occorre compilare due distinti moduli del quadro VP, relativamente al quarto trimestre.

RIEPILOGO SCADENZE COMUNICAZIONE:

1 TRIMESTRE (DALL’1/1 AL 31/3) LA COMUNICAZIONE DEVE ESSERE INVIATA ENTRO IL 31 MAGGIO
2 TRIMESTRE (DALL’1/4 AL 30/6) LA COMUNICAZIONE DEVE ESSERE INVIATA ENTRO IL 16 SETTEMBRE
3 TRIMESTRE (DALL’1/7 AL 30/9) LA COMUNICAZIONE DEVE ESSERE INVIATA ENTRO IL 30 NOVEMBRE
4 TRIMESTRE (DALL’1/10 AL 31/12) LA COMUNICAZIONE DEVE ESSERE INVIATA ENTRO IL 28 FEBBRAIO DELL’ANNO SUCCESSIVO

2018-02-22T15:59:45+00:00 21 febbraio 2018|Agris, Assist, News, Okey, Spider, Style, Vitis|